Mobilità Elettrica

Progettazione e realizzazione di sistemi di ricarica elettrica per autoveicoli.

Potenze di ricarica di un veicolo elettrico che si possono avere sono

  • 3,7 kW (16A, Monofase 230 V)
  • 7,4 kW (32A, Monofase 230V)
  • 11 kW (16A, Trifase 400V)
  • 22 kW (32A, Trifase 400V)
  • >22kW ricarica veloce in Corrente Continua

 

Possiamo avere 2 tipi di ricarica:

  • Privata, cioè non accessibili al pubblico: condomini, garage, parcheggi aziende
  • Pubblica, da svilupparsi in regime di libera concorrenza con servizi di ricarica a condizioni molto diversificate, ad esempio:
    • Ricarica gratuita o scontata per i clienti di un esercizio commerciale
    • Ricarica fatturata in base al consumo di energia
    • Ricarica fatturata in base al tempo di occupazione del parcheggio
    • Ricarica basata su abbonamento (costo fisso + costo variabile al kWh)

Gli operatori di punti di ricarica aperti al pubblico, possono richiedere:

  1. Tariffe di rete per i servizi di trasporto e gestione del contatore espressa in c€/kWh.
  2. Tariffe per la materia prima energia
  3. Tariffe per l’attività di ricarica

Tutti i punti di ricarica pubblici possono avere modalità di ricarica senza la necessità di dover concludere contratti con i fornitori di energia elettrica o gli operatori interessati, permettendo agli utilizzatori di veicoli elettrici di usufruire del servizio di ricarica (Dlgs.n.257 art.4 comma 10 del 16/12/2016).

Un punto di ricarica pubblico può includere dispositivi privati di ricarica a mezzo di carte con autorizzazione o abbonamento e pagamento.

Il servizio di ricarica pubblica dei veicoli elettrici può essere erogata non solo da imprese di vendita di energia elettrica.

 

Annunci